Cosmeco

Quali macchinari servono per coltivare l’asparago bianco?

martedì, 23 febbraio 2021

Quali macchinari servono per coltivare l’asparago bianco?

Le giuste attrezzature e le lavorazioni per coltivare al meglio questi ottimi ortaggi

L’asparago bianco è un tipo di ortaggio non semplice da coltivare, che richiede sforzi e impegno, anche per molto tempo, ma che garantisce soddisfazione e ritorni nel momento del raccolto, con un prodotto che, se ben coltivato, sarà di ottima qualità e richiesto dal mercato.


L’asparago bianco fa parte della famiglia delle
liliacee, e viene coltivato lasciando interrata la pianta, senza esposizione alla luce del sole. L’asparago impiega qualche anno per dare inizio alla produzione e ha bisogno di spazio per svilupparsi, per cui occorre una buona programmazione, prima di procedere al primo impianto. Ma è anche un ortaggio dalle eccellenti proprietà organolettiche, che lo rende quindi richiesto sul mercato.

Le caratteristiche dell’asparago bianco

Ha delle ottime proprietà nutrizionali e organolettiche, è leggero, gustoso e saporito e pertanto ampiamente utilizzato in cucina - sia quella casalinga che professionale. È particolarmente indicato per chi soffre di anemia, oltre che per i bambini perché aiuta a rinforzare le ossa in crescita, ed è altamente consigliato per una dieta equilibrata. L’asparago bianco, inoltre, si distingue da tutte le altre varietà per via del suo caratteristico gusto dolce-amaro.

Come coltivare l’asparago bianco?

Come abbiamo detto, l’asparago bianco è una coltivazione poliennale, che necessita di alcuni anni per iniziare a produrre, ovvero finché il turione (la parte edibile della pianta) non raggiunge le dimensioni adatte. La pianta non ha particolari esigenze climatiche, essendo sufficientemente versatile e resistente al caldo e al freddo. Occorre però fare attenzione al vento che può spezzare i turioni - evitare quindi un clima troppo ventoso, o proteggere le piante di conseguenza.


Per quanto riguarda il terreno
, l’asparago bianco teme l’eccessiva umidità, per cui serve un terreno ben drenante - il ristagno eccessivo di acqua può infatti arrestare la crescita delle piante e provocarne addirittura l’asfissia. Per questo è bene avere a disposizione un terreno sciolto e poco umido, che può essere ottenuto anche aggiungendo sabbia oppure creando degli efficienti canali di scolo o tramite baulatura. L’asparago poi richiede molto spazio per crescita e sviluppo.


Gli asparagi bianchi possono essere coltivati a partire dal seme, in tal caso però
i turioni arriveranno a dimensioni soddisfacenti non prima di 3-4 anni. Per ottenere raccolti in tempi più brevi si possono utilizzare i rizomi, detti “zampe”, di 1-2 anni. Le zampe di primo anno sono le migliori, ma non producono asparagi abbastanza grandi, almeno in dimensioni da cucina, per almeno 2 anni.

Per quanto riguarda la concimazione, è fondamentale una buona concimazione di fondo che possa arricchire il terreno in modo da sopportare i vari anni di coltivazione dell’asparago bianco. In particolare, è consigliabile usare compost o letame maturo - e concimi organici per coltivazioni bio. Non va poi dimenticata l’irrigazione, che è cruciale per assicurare una buona crescita dei turioni. Si inizia a innaffiare il terreno dalle prime fasi di crescita della piantina, e le successive devono avvenire a brevi intervalli di tempo, non oltre i 4-5 giorni in estate.

  • Primo anno: nel periodo estivo si completa gradualmente la copertura dei solchi, usando terriccio o lo stesso terreno asportato dagli stessi, finché si raggiungono i bordi. Nella stessa stagione, si effettuano sarchiature per eliminare le erbacce;
  • Secondo anno: continuano in parte i lavori del primo anno. A fine autunno si taglia il fogliame ingiallito che viene poi bruciato;
  • Terzo anno e successivi: in caso di coltivazione con baulatura (che permette di ottenere asparagi più lunghi e chiari), in autunno si effettua la rincalzatura. Una volta che il terreno si è assestato, si può anche tagliare il fogliame.

Le baulatrici Cosmeco per la coltivazione dell’asparago bianco

Cosmeco conosce perfettamente la coltivazione dell’asparago bianco, il mercato e le necessità degli agricoltori, e sa che per ottenere una produzione efficiente e redditizia occorre svolgere le operazioni di baulatura con grande attenzione. Ecco perché Cosmeco ha progettato e costruito una diversificata serie di modelli di baulatrici:

  • Baulatrici regolabili per orticoltura, tra cui in particolare i modelli B1 e B1 Special, regolabili sia in altezza che in larghezza per creare bauli di varie dimensioni in base alle esigenze; 
  • Baulatrice regolabile per asparagi B70, pensata nello specifico per la creazione di baule di dimensioni considerevoli e per trattori di grande potenza. La versatilità di questa attrezzatura le permette di operare sia in campo aperto che in serra, in qualsiasi tipo di terreno precedentemente lavorato e per svariate coltivazioni tra le quali l’asparago bianco.

Quali vantaggi offrono questi macchinari?

La baulatura consiste nella creazione di un cumulo di terra rialzato dal profilo trapezoidale, fondamentale per la coltivazione di asparagi. È un’operazione molto utile per realizzare un letto di semina funzionale, pulito e sano, e che se effettuata con mezzi adeguati e studiati per lo scopo, può apportare diversi vantaggi, quali:

  • minore rischio di malattie per le piante che crescono su baule
  • conseguente aumento della produzione 
  • diminuisce i rischi di ristagni idrici (molto dannosi per gli asparagi bianchi) e crea un migliore equilibrio tra acqua e ossigeno nel suolo
  • consente di ottimizzare l’apporto di acqua, elementi nutritivi e prodotti disinfettanti e disinfestanti
  • agevola le operazioni di raccolta
  • salvaguarda l’ambiente e dà migliore qualità alle coltivazioni a costi più bassi

 

Uno degli elementi che da sempre contraddistingue Cosmeco, inoltre, sono il continuo sviluppo e la ricerca di nuove soluzioni tecnologiche in grado di migliorare la preparazione del letto di semina, quindi delle colture e di conseguenza del prodotto finale. L’azienda, infatti, produce macchine baulatrici efficienti, versatili e specificamente progettate per le diverse esigenze dei consumatori, così da soddisfare al meglio e in modo personalizzato i loro bisogni.

Come contattare Cosmeco per avere maggiori informazioni

Qualora siate alla ricerca di maggiori informazioni sulle macchine Cosmeco utili alla preparazione del terreno per la coltura degli asparagi bianchi, non dovrete fare altro che accedere alla sezione contatti e compilare il modulo presente al suo interno. Nel minor tempo possibile, riceverete tutti i dettagli desiderati o qualora richiesto, un preventivo personalizzato.

condividi questa pagina