Cosmeco

Focus su Cosmeco: gli scavafossi

mercoledì, 09 dicembre 2020

Focus su Cosmeco: gli scavafossi

Le soluzioni Cosmeco per realizzare fossi e canali di scolo

Lo scavo di un buon fosso o canale di scolo per il drenaggio dell’acqua è un’operazione importante per migliorare varie tipologie di colture e terreni. Se viene svolta in modo corretto e appropriato, con i giusti macchinari e le giuste tecniche a seconda delle esigenze e del tipo di coltivazione, può infatti rivelarsi cruciale per migliorare la produttività del terreno. 

 

Lo scavo di canali per il drenaggio serve a tutti i tipi di terreno a uso agricolo, ed è particolarmente indicata per limitare i danni causati da piogge molto abbondanti ed eventi atmosferici eccezionali - ma ormai, purtroppo, sempre più frequenti. Come per ogni lavorazione in ambito agricolo, un fosso di drenaggio si rivela utile ed efficace specialmente se scavato con i giusti macchinari, che devono essere progettati in modo specifico per questa operazione e per il tipo di terreno in cui dovrà essere effettuato lo scavo.

Quali sistemi di drenaggio ci sono

Esistono diversi sistemi di drenaggio per liberare un appezzamento di terra da un’eccessiva quantità d’acqua. Tuttavia, uno dei più semplici ed economici consiste nello scavare dei fossi che incanalino quest’acqua verso un canale di scolo o un pozzetto di scarico. Questi fossi sono molto utili soprattutto nelle zone pianeggianti, dove è difficile avere la pendenza necessaria per la “caduta” o drenaggio dell’acqua con tubi interrati.

 

Gli scavafossi Cosmeco possono essere usati anche per altre operazioni, ad esempio per le operazioni di scavo, ma anche per la manutenzione o la pulizia di fossi collettori e scoline. Non solo, sono un valido aiuto anche per la subirrigazione, ovvero per distribuire in modo efficace l’acqua sotto il terreno o per posare tubi e cavi elettrici sotterranei. Lo scavo è infatti preciso e perfetto, così da ridurre gli interventi necessari nelle fasi successive.

 

Un ulteriore vantaggio è dato dalla loro versatilità, dal momento che possono essere impiegati sia in campo aperto che all’interno di serre, oppure in altre applicazioni come frutteti e vigneti.

La gamma di scavafossi Cosmeco

Cosmeco conosce perfettamente il mercato agricolo, i terreni e le colture, oltre alle necessità degli agricoltori, e sa perfettamente che per ottenere risultati eccellenti occorre svolgere le operazioni di scavo con la massima attenzione. Ecco perché, per assicurare il massimo risultato per ogni specifica coltivazione, Cosmeco ha progettato e costruito una serie di modelli di scavafossi:

  • Scavafossi monoruota, adatti a ogni tipo di terreno e collegabili sia a trattori che a cingolati. Vengono utilizzati per lo scavo e la manutenzione di fossi, scoline e piccoli canali o per rincalzare il film alla base di tunnel o serre
  • Scavafossi monobiruota, ideali nel caso in cui sussistano particolari condizioni di scavo come manutenzione e/o creazione ex novo di fossati lungo confini di proprietà, colture in atto da proteggere o altre situazioni che richiedano un direzionamento univoco del terreno rimosso rispetto agli spazi circostanti
  • Scavafossi biruota, macchine rotative per ogni tipo di terreno. Indispensabili per raggiungere profondità importanti e di massima efficienza anche nei lavori più impegnativi;
  • Scavafossi verticali, dall’uso invasivo minimo, per lo scavo di fossi e fessure verticali sia in campo aperto, prima dell’aratura, che nei frutteti o nei vigneti.

Perché scegliere Cosmeco

Una delle caratteristiche di Cosmeco è il continuo sviluppo e la ricerca di nuove soluzioni tecnologiche per migliorare le colture e la gestione dei terreni. Per questo produce macchine scavafossi efficienti, versatili e progettate per differenti coltivazioni, così da rendere possibile lo svolgimento dell’operazione a seconda del tipo di terreno che occorre lavorare. Oltre a questo, gli scavafossi progettati dall’azienda hanno diverse altre caratteristiche uniche:

  • Adatti a ogni tipo di terreno, offrono la massima resa sia in campo aperto che in serra
  • Possono essere collegati a trattori o cingolati
  • Grande qualità delle operazioni anche in presenza di materiale terroso ed erbaceo depositato sul fondo
  • Telaio alleggerito che non compromette il peso della macchina anche in caso di riempimento di terra
  • Profondità di lavoro precisa e costante
  • Migliore regimazione idrica e ottimale aerazione degli strati interessati dagli apparati radicali
  • Costi ridotti rispetto ad altre attrezzature

condividi questa pagina